Regolamento edilizio, una vergogna tutta italiana. Presto non dovremo vergognarci più?

L’Italia, quando s’impegna (e lo fa spessissimo, soprattutto attraverso i suoi esponenti politici e amministrativi) sa essere di una incapacità stratosferica, spaziale, avanti anni luce agli altri. O meglio, sa essere capace di una fantascientifica capacità a mantenere in vita regole che servono solo a creare un caos  nel quale burocrazia e parassiti possano sguazzare. Basta leggere la storia di come “funzionano (si fa ovviamente per dire) i suoi regolamenti edilizi. Una storia di straordinaria imbecillità e cialtronaggine che forse  potrebbe però finire.  Già, perché se è vero che oggi in Italia ogni regolamento edilizio comunale detta definizioni diverse e perfino la nozione di superficie e il modo di calcolarla possono cambiare da un Comune all’altro (senza dimenticare che alcuni regolamenti sono vecchissimi, come quello di Roma che risale al 1934) è altrettanto  vero  che l’Italia è pronta a cambiare. Parolad el  ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, che parlando in commissione semplificazione ha confermato come il lavoro per arrivare a un regolamento edilizio unico, previsto dallo Sblocca Italia, stia andando avanti  e come il più sia stato già fatto. “L’8 febbraio  è stata licenziata la lista delle 42 definizioni uniformi, anche grazie al lavoro svolto dal ministro Delrio, l’elenco sarà allegato allo schema ‘tipo’ di regolamento ed è un elenco delle definizioni uniformi e inderogabili”, ha affermato il ministro Madia, sottolineando come “l’auspicio sia di arrivare a uno schema tipo del regolamento edilizio”, la cui predisposizione era stata a dire la verità già prevista per novembre 2015. La mancata intesa sulle definizioni ha però rimandato il tutto.  Ora che la lista c’è (con un nuovo “vocabolario” della casa destinato a valere in tutto il territorio nazionale, con un preciso significato per ogni parola, così che veranda, tettoia, balcone, terrazza, portico o soppalco potranno voler dire una cosa sola tanto in un comune della Sicilia quanto in uno della Lombardia), secondo il ministro  “finalmente l’Italia potrà avere un linguaggio e definizioni uniformi in materia di edilizia”.

pubblicato il 27 Aprile 2016 da
in News
commenti: 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..