Il fisco uccide le attività nei capannoni ma costringe lo stesso a pagare le tasse

Poco meno di cinque miliardi di euro nel 2011, oltre 10 miliardi di euro nel 2014. Difficile se non impossibile  immaginare che un’attività  possa proseguire senza ostacoli o addirittura possa nascere quando è soffocata dal fisco, da tasse che nell’arco di quattro anni sono più che raddoppiate come confermano i dati elaborati dalla Cgia di Mestre. Dati che confermano “‘l’aumento spropositato’ della pressione sugli immobili strumentali”, come l’ha definito  il coordinatore dell’associazione, Paolo Zabeo, denuncia  come  la tassazione su capannoni, uffici e negozi sia diventata insostenibile, con un gettito “passato dai 4,9 miliardi dell’Ici 2011 ai 10,2 miliardi di Imu e Tasi 2014. Riceviamo molte segnalazioni di imprenditori che hanno chiuso l’attività ma continuano a pagare tasse sui capannoni che non sono riusciti a vendere”, ha affermato Paolo Zabeo, ”del resto il mercato immobiliare è fermo ed è difficile trovare qualcuno interessato ad acquistare o anche ad affittare”. Presentando i risultati dell’indagine di Cgia Mestre in audizione alla Commissione di vigilanza sull’anagrafe tributaria, il coordinatore dell’associazione, ha anche affermato come, “guardando ai numeri con maggiore dettaglio, i rincari del gettito sugli immobili strumentali vadano dal +142 per cento degli uffici e degli studi privati tra il 2011 e il 2014 (fino a 1,3 miliardi) al +94 per cento degli immobili a uso produttivo (fino a 6,2 miliardi). Per i negozi e le botteghe l’aumento è stato del 137 per cento (fino a 1,9 miliardi), per i laboratori per le arti e i mestieri del 107 per cento (fino a 473 milioni) e per gli istituti di credito del 101 per cento (fino a 316 milioni).

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Tomas Toscano, direttore Cna Bergamo ha detto:

    La pressione fiscale sulle imprese ha raggiunto livelli incompatibili con lo sviluppo del Paese. La sua riduzione deve diventare una priorità assoluta dell’azione di Governo. È inconcepibile che in tre anni il prelievo Imu sugli immobili strumentali sia più che raddoppiato. Forse, qualcuno, in questo Paese, ha scambiato i capannoni degli artigiani per case di villeggiatura! Ci aspettiamo al più presto la piena attuazione della delega fiscale che contiene strumenti importanti per le imprese: semplificazione delle procedure, la tassazione sui ricavi solamente quando sono incassati, incentivi per gli utili che rimangono in azienda. Sono troppi gli ostacoli che le imprese devono superare: a un fisco ingiusto che pretende tutto e subito si aggiunge la difficoltà a riscuotere i crediti dalle pubbliche amministrazioni, dalle altre imprese, dai privati. Alle aziende che chiudono per debiti si affianca un nuovo esercito di aziende che muoiono per crediti! Servono strumenti, misure, politiche fiscali pensate per il nostro sistema, fatto di oltre quattro milioni di micro e piccole imprese che contribuiscono in modo decisivo, alla ricchezza del Paese, al suo benessere sociale. Una forza operosa, dinamica, vitale che garantisce occupazione a più di 11 milioni di persone. Occorre che il Governo faccia di più.

  • CasaVuoiSapre - segui questo postSegui discussione
    Il consiglio dell’architetto
    Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
    … indicando come vorreste modificare gli ambienti
    Le vostre domande
    Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
    VITA CONDOMIIALE
    Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
    Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
    Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
    cliccate qui per proseguire la lettura
    Oggetti d’arredo
    Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
    Animali in casa
    Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
    Un fiore di casa
    A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
    Casa Vacanze
    Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
    La casa ideale per chi…
    CASA VUOI VEDERE
    L’acquirente
    visita
    casa vostra
    on line
    LAVORI IN CASA
    L’artigiano
    ti fa vedere
    quanto è bravo
    nel suo mestiere
    Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
    IL VOSTRO PROGETTO
    Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
    Per la vostra pubblicità

    www.casavuoisapere.it
    è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
    via Garibaldi 26 Bergamo
    tel 035.216.551


    Consulenza tecnica
    Daniele Gusmini
    ULTIMI COMMENTI
     
    Affitto troppo alto?...
    Affitto a riscatto: ...
     
     
     
    Catellani & Smith, l...
    Mauro Piccamiglio vi...
     
     
    Tasse, che stangata!...
     
     
     
     
     
     
     
     
    Umidità e muffa, un...
    Scale in legno e rin...
     
     
    Vendere casa ma abit...
    Condominio Casa clim...
    Case nuove e già ve...
     
    Attenti ai debiti di...
    Il costo di una casa...
    Le 10 regole per acq...
     
    I Molini macinano af...
    Almenno, le villette...
     
     
     
     
     
     
    Il prezzo è giusto?...
     
     
     
    Carlos De Carvalho...
    Edilnova, 100 anni d...
     
     
    Ridisegnamo casa vos...
    Guatterini, la quali...
     
     
    Val Brembana, le sec...
    Stranieri in riva al...
     
     
    Risparmio energetico...
     
     
     
    Negozi, i borghi li ...
    Ufficio in centro ad...
    Il crollo dei capann...
     
    Se il vicino è un n...
     
     
    Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..