Nuovo catasto, il gettito fiscale salirebbe del 600 per cento? Il Governo blocca tutto

A pensar male a volte ci si azzecca. A pensare (malissimo) della riforma del catasto bloccata all’ultimo istante quando ormai stava per arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri si sbaglia? Sono in molti a pensare di no. E per la precisione sono molti residenti nelle regioni del Nord Italia e secondo i quali  l’improvviso stop in zona Cesarini , causato dalle simulazioni dell’Agenzia delle entrate secondo cui le rendite sarebbero state destinate a  moltiplicarsi, crescendo in alcune città anche del 600 per cento e mettendo a rischio l’invarianza di gettito prevista, potrebbe in realtà celare una manovra per impedire che  le spese per moltissime case nel centro sud Italia si potessero gonfiare a dismisura  rispetto a quelli degli immobili in molte città del nord già invece tartassati. Case magari anche nel centro di Roma affittate a cifre ridicole ad amici degli amici come dimostrato dalla scandalo Affittopoli? Chissà se anche in questo caso a pensar male si sbaglia oppure ci si azzecca… Ma cosa prevedeva la bozza di riforma, annunciata da tempo,  addirittura già dai tempi del disastroso (e non solo per il settore immobiliare) governo Monti? Ecco le principali novità presenti nel testo del decreto delegato che avrebbe dovuto essere al centro della riunione del Consiglio dei ministri. Il valore non sarà più legato ai vani ma ai metri quadrati e non ci saranno più case di lusso e popolari, ma nuove categorie immobiliari semplificate. Inoltre ci saranno nuovi parametri che terranno conto dei servizi presenti sul territorio ma anche della qualità del singolo immobile, affaccio compreso. Sono alcune fra le principali novità previste dalla nuova riforma del Catasto pronta per essere esaminata dal Consiglio dei ministri. Ecco le possibili novità inserite nel decreto delegato. Valore patrimoniale: sono previsti non solo valori di reddito come ora ma anche legati al valore patrimoniale dell’immobile che sarà calcolato tenendo conto dei valori medi del mercato nel periodo 2012-2014, anche se questo non varrà per tutte le zone. Gruppi di categorie: gli immobili saranno divisi a seconda delle destinazioni d’uso in unità ordinarie (gruppo O) e unità speciali (gruppo S). Le primne saranno divise in otto categorie, differenti rispetto alle 26 attuali: O/1 , abitazioni in fabbricati residenziali plurifamiliari o promiscui; O/2, abitazioni in fabbricati residenziali unifamiliari, plurifamiliari isolati o a schiera; O/3, abitazione tipiche dei luoghi; O/4, uffici, studi e laboratori professionali; O/5, cantine e soffitte; O/6, post auto coperti, scoperti su aree private, locali per rimesse di veicoli; O/7, negozi, laboratori artigianali e locali assimilabili; O/8, magazzini, locali da deposito e tettoie. Cantine e soffitte avranno lo stesso sistema di valori, anche se non accatastate, e diventeranno unità pertinenziali; nei negozi scomparirà la differenza tra zona principale e retronegozio. Ambiti territoriali: si chiameranno zone Omi (Osservatorio mercato immobiliare) e potranno essere porzioni di aree comunali, ma anche aree che superano più comuni. Calcolo del valore: addio vani catastali, il valore di una singola unità immobiliare sarà dato dal valore unitario della propria categoria in una singola zona Omi. A questo si applicheranno dei correttivi ‘accrescitivi o diminutivi’. Il risultato andrà moltiplicato per la superficie in metri quadri dell’unità immobiliare. Contesto e affaccio: posizione e qualità della costruzione diventano nuovi parametri. Se l’immobile gode di molti servizi varrà di più. Lo stesso se gli sono state fatte migliorie (tipo ristrutturazioni registrate al catasto). Per le abitazioni residenziali della categoria O/1 si punta a tener conto di sette criteri: il contesto, la tipologia edilizia, lo stato di conservazione e la presenza dell’ascensore, la superficie, il livello del piano e l’affaccio che caratterizzano la singola unità immobiliare. I tempi: il primo luglio prenderà il via il campionamento degli immobili che dovrà terminare nel giugno 2016. Le funzioni statistiche per dare i valori agli immobili dovranno essere completate entro il giugno 2018 ma il termine ultimo delle attività è previsto per il 30 novembre 2019, in tempo per avviare il nuovo sistema nel 2020.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..