Vecchie caldaie, sono loro ad avvelenare l’aria che respiriamo. Tre volte più delle auto

Sono gli impianti di riscaldamento, e non le auto, i camion o in  pullman come si potrebbe pensare, il nemico pubblico numero uno per l’aria in Italia. Caldaie vecchie che inquinano ben più delle quattro o più  ruote. Dai camini, infatti, escono oltre il 50 per cento delle emissioni di ossido di carbonio e il 30 per cento delle polveri sottili.  Lo hanno confermati i relatori protagonisti del 4° Forum Energia di Milano, secondo i quali la colpa è di case vecchie e di caldaie decisamente datate. Il 56 per cento degli edifici italiani è in classe G, la più bassa, e soltanto il 2 per cento è in classe A; il 55 per cento delle case ha più di 40 anni, una percentuale che sale al 75 per cento nelle città metropolitane. Rinnovare gli impianti di riscaldamento nei 20 capoluoghi di regione, hanno sottolineato gli esperti intervenuti al Forum promosso dalla compagnia energetica Engie (il nuovo nome di GDF Suez), permetterebbe di ridurre le emissioni in atmosfera dal 10 al 50 per cento, mettendo in moto investimenti fino a un miliardo di euro. Secondo una ricerca del Politecnico di Milano, se si sostituissero il 10 per cento degli impianti più vecchi della città con altri più moderni ed efficienti si otterrebbe una riduzione delle emissioni pari al blocco del traffico per sei settimane. Provvedimento, quest’ultimo, che appare dunque sempre più “ipocrita” anche alla luce del fatto che, grazie ad auto sempre più ecologiche, negli ultimi 20 anni, le emissioni di polveri sottili dai veicoli si sono ridotte del 60 per cento. Certo, le caldaie dei palazzi non si sostituiscono facilmente e rapidamente come le auto, ma resta il fatto che è lì che occorre intervenire, considerando che mentre le auto “ripulivano” i propri scarichi, con il riscaldamento di case e uffici la situazione continuava a precipitare: negli ultimi vent’anni le polveri sottili dagli impianti di riscaldamento sono infatti raddoppiate e ora sono tre volte quelle emesse dai veicoli. “Bisogna cambiare il modo di pensare l’energia in Italia”, ha commentato l’amministratore delegato di Engie Italia, Olivier Jacquier, “passando da fonti fossili a un uso efficiente da fonti rinnovabili. L’energia di domani non potrà che essere in 3D: decentralizzata, decarbonizzata, digitalizzata”.

Leggete anche:

Riscaldamento a pavimento, è un toccasana per comfort, bollette e perfino per l’arredo…

Rinascita Technology System, l’idraulica come scienza esatta in un’era di troppi ciarlatani

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..