Appartamento rumoroso per colpa del bar sotto casa? Il prezzo scende del 20 per cento

Un bar o un pub sotto casa, dove scendere a bere qualcosa o a vedere una partita di calcio, assicurano dei vantaggi, ma non tutti la pensano così. Questo sembra emergere da un sondaggio secondo il quale la presenza di locali nelle vicinanze, discoteche o bar particolarmente di moda, ma anche ristoranti per grandi e rumorose compagnie, incide decisamente, in negativo, sul valore di un immobile. La valutazione dell’incidenza dei decibel sul valore del prezzo di un appartamento, realizzata dagli esperti del Gruppo Gabetti, ha portato a risultati abbastanza sorprendenti. In media, infatti, la svalutazione degli immobili varia tra il 10 e il 20 per cento e aumentano proporzionalmente le difficoltà e i tempi di vendita. L’indagine è stata portata avanti su due binari. Da una parte l’analisi dei prezzi reali di 68 rogiti riguardanti immobili di grandi città il cui valore è stato prima depurato di tutte le variabili che potevano influire sul prezzo per rendere oggettivo ogni confronto. Dall’altra una sorta di questionario distribuito a esperti su tutto il territorio nazionale. I dati emersi non lasciano adito a dubbio.

I troppi decibel allungano anche i tempi della vendita

A Milano, per esempio, un immobile centrale situato in una zona particolarmente rumorosa può arrivare a valere dal 12 al 17 per cento in meno rispetto a una casa posta a pochi isolati di distanza. A Roma invece la forbice si muove fra il 13 e il 20 per cento. Secondo il parere degli agenti immobiliari interpellati, le case afflitte dalla vicinanza di locali rumorosi, per essere vendute, devono essere proposte con sconti fino al 10 per cento e bisogna mettere in preventivo almeno sei mesi di trattativa prima di siglare il contratto.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Andrea ha detto:

    Come funziona? A chi devo rivolgermi perché “misuri” l’intensità del rumore che proviene dal bar sotto casa (schiamazzi dei ragazzi che bevono birra fino alle 2 di mattino sul marciapiedi e che d’estate, con le finestre aperte per combattere il caldo, non mi fanno chiudere occhio)? Grazie.

  • Mario ha detto:

    Sono proprietario di un immobile in un borgo storico con sei appartamenti e, al pianterreno, con affaccio sulla strada, di un locale con destinazione d’uso bar. Leggendo quello che avete pubblicato, deduco che fra quello che incasserei affittando il bar a due nuovi gestori (che vorrebbero tenerlo aperto fino alle 2 del mattino) e quello che perderei sugli affitti residenziali, il gioco non vale la candela? E’ davvero così? Se si affitta un bar con l’obbligo di chiusura serale (per esempio alle 22) il problema è risolto o va comunque calcolata una perdita (e in che misura?) del “valore” dei canoni di locazione residenziali? Grazie e complimenti per la varietà delle informazioni che fornite.

  • Silvia ha detto:

    Come funziona? C’è un dato di riferimento (decibel???) a cui rapportarsi? A chi è possibile rivolgersi per saperne di più?

  • Vinicio Marcelli ha detto:

    Proprietario di appartamento avevo affittato l’appartamento con contratto triennale. Il condomino, a più di un anno della scadenza naturale, mi ha dato disdetta formale motivandola “per seri motivi dovuti a oltre 6 mesi di disagi causati da ininterrotti lavori di ristrutturazione dei vicini (sottostanti) che non hanno rispettato orari”.
    Avrei la possibilità di chiedere un risarcimento per il danno subito (perdita dell’inquilino)? Cordiali saluti

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti ha detto:

      Buongiorno Vinicio, prima di tutto le suggerisco di concludere contratti di locazione a uso abitativo indicando la durata prevista dalla legge che è minimo di 4 anni rinnovabili automaticamente. A meno di eccezioni del tutto particolari, infatti, ogni previsione di durata minore è invalida e il contratto si considera, comunque, di durata quadriennale.
      In particolare, poi, è previsto che il conduttore (non il condominio) qualora ricorrano gravi motivi, possa recedere in qualsiasi momento dal contratto dando comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi. Nel Suo caso, quindi, bisognerebbe accertare se sussistono i gravi motivi per l’esercizio del recesso e, in ogni caso, se il Suo conduttore Le ha fornito il previsto preavviso di 6 mesi. Se anche uno solo di questi due requisiti non sussistono la disdetta andrebbe contestata. Se, invece, la disdetta è legittima può richiedere il risarcimento del danno subito consistente nella perdita del reddito che il contratto di locazione Le garantiva ma dovrà fornire una prova puntuale del nesso di causalità tra i lavori di ristrutturazione e la legittima interruzione del contratto di locazione da parte del Suo conduttore.

  • Filippo ha detto:

    Il rumore fa scendere anche l’affitto? Il proprietario dell’immobile in cui abito ha affittato uno spazio commerciale affacciato sulla strada (esattamente sotto le mie finestre) al gestore di un locale che chiude alle 2 di notte. Diversi clienti (extracomunitari), si trattengono anche fino alle 3 o alle 4 a chiacchierare e bere birra (lasciando i vetri puntualmente sul marciapiedi) tenendomi sveglio con un tono di voce non esattamente basso, soprattutto quando le discussioni finiscono in rissa! Posso chiedergli una rinegoziazione del canone (nel frattempo, ovviamente, sto cercando altrove…)?

  • Michele ha detto:

    Sotto il mio appartamento c’è un panificio col forno. D’inverno va benissimo, ma d’estate è un inferno. All’afa di luglio e agosto si aggiungono alcuni gradi in più dovuti alla cottura del pane. Posso ottenere uno sconto sull’affitto dalla proprietà (e magari investire quei soldi per mettere un impianto di raffreddamento che i padroni di casa non hanno mai voluto mettere?). Grazie.

  • CasaVuoiSapre - segui questo postSegui discussione
    Il consiglio dell’architetto
    Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
    … indicando come vorreste modificare gli ambienti
    Le vostre domande
    Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
    VITA CONDOMIIALE
    Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
    Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
    Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
    cliccate qui per proseguire la lettura
    Oggetti d’arredo
    Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
    Animali in casa
    Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
    Un fiore di casa
    A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
    Casa Vacanze
    Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
    La casa ideale per chi…
    CASA VUOI VEDERE
    L’acquirente
    visita
    casa vostra
    on line
    LAVORI IN CASA
    L’artigiano
    ti fa vedere
    quanto è bravo
    nel suo mestiere
    Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
    IL VOSTRO PROGETTO
    Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
    Per la vostra pubblicità

    www.casavuoisapere.it
    è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
    via Garibaldi 26 Bergamo
    tel 035.216.551


    Consulenza tecnica
    Daniele Gusmini
    ULTIMI COMMENTI
     
    Affitto troppo alto?...
    Affitto a riscatto: ...
     
     
     
    Catellani & Smith, l...
    Mauro Piccamiglio vi...
     
     
    Tasse, che stangata!...
     
     
     
     
     
     
     
     
    Umidità e muffa, un...
    Scale in legno e rin...
     
     
    Vendere casa ma abit...
    Condominio Casa clim...
    Case nuove e già ve...
     
    Attenti ai debiti di...
    Il costo di una casa...
    Le 10 regole per acq...
     
    I Molini macinano af...
    Almenno, le villette...
     
     
     
     
     
     
    Il prezzo è giusto?...
     
     
     
    Carlos De Carvalho...
    Edilnova, 100 anni d...
     
     
    Ridisegnamo casa vos...
    Guatterini, la quali...
     
     
    Val Brembana, le sec...
    Stranieri in riva al...
     
     
    Risparmio energetico...
     
     
     
    Negozi, i borghi li ...
    Ufficio in centro ad...
    Il crollo dei capann...
     
    Se il vicino è un n...
     
     
    Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..