Cercate un ufficio che costi poco? Affittate solo una scrivania in uno spazio condiviso…

Si scrive coworking, si legge possibilità di dire addio al “vecchio” concetto di  ufficio, con tutti i problemi e i costi che comportava, per condividere uno stesso spazio, spesso “open space”, lavorando fianco a fianco con persone magari sconosciute fino a ieri, che probabilmente si occupano di tutt’altro, ma con le quali potrebbero nascere possibili collaborazioni. Una soluzione per “trovare un nuovo luogo di lavoro” interessante non solo dunque economicamente, risparmiando un bel po’ di soldi rispetto all’affitto e a tutte le altre spese di un proprio ufficio tradizionale, ma anche in vista di nuove possibili opportunità di  collaborazioni dettate proprio dalla “componente sociale” di questa nuova soluzione che mette a contatto con persone diverse. Una nuova strada per entrare nel mondo del lavoro per giovani protagonisti di start up, spesso con non grandi disponibilità economiche, ma anche per restare nel mondo del lavoro per i meno giovani  alle prese con la crisi e con la necessità di tagliare innanzitutto i costi (perché le spese sono sempre certe e i guadagni incerti) o per professionisti meno giovani più semplicemente desiderosi di confrontarsi sul piano del lavoro con le nuove generazioni. Magari condividendo, oltre alle idee, anche materiali. Il tutto a un costo d’affitto che può partire anche da meno di 10 euro al giorno oltre a Iva. E con la possibilità di “affittare” la postazione di lavoro solo per il tempo necessario, anche appena un mese. Dimenticando i contratti di sei anni più sei. E nei casi di startup che, almeno all’inizio del lavoro, non dovessero generare sufficienti guadagni, di “cancellare” la spesa nei periodi di minor lavoro, tornando ad affittare la scrivania solo quanto serve.. Insomma un “ufficio” da modellare e gestire su misura delle disponibilità economiche, delle esigenze, con un ulteriore valore aggiunto: la possibilità di farlo utilizzare a un collega a un collaboratore nei momenti in cui non lo si utilizza. All’insegna dell’ottimizzazione assoluta, con il proprietario che ci guadagna e l’inquilino che non ci perde. Ma come funziona praticamente? All’inquilino dell’ufficio a tempo e condiviso viene normalmente offerta una postazione di lavoro (ma anche  un ufficio chiuso individuale), con in dotazione scrivania, cassettiere, richiudibili a chiave, sedie, lampada, telefono, con l’ulteriore possibilità di condividere, a costi ridottissimi, stampanti, scanner, e altri strumenti di lavoro. Il tutto in locali quasi sempre climatizzati ( a differenza di tantissimi uffici ricavati in appartamenti “adattati” a uffici,soprattutto nelle zone centrali delle città, i vecchi palazzi) e cablati, con connessione wi-fi per poter navigare velocemente sul web. Comprendendo nei costi d’affitto l’utilizzo delle utenze, ma anche il servizio reception, la gestione di pacchi e corrispondenza, la pulizia e la manutenzione degli impianti. Lasciando a ogni coworker la possibilità di portare con sé il proprio computer personale. Ma non è tutto: le migliori proposte di coworking propongono infatti anche la possibilità di disporre di una sala riunioni, per incontrare clienti e partner, di una zona relax dove prendere un caffè, davanti al quale magari veder nascere nuove conoscenze o addirittura progetti da condividere, parlare di problemi comuni a cui trovare una soluzione, magari innovativa.  Come quella degli uffici condivisi capaci di far crescere il gioco di squadra, impossibile da realizzare per i tantissimi professionisti abituati a lavorare in studio da soli o magari con uno o due collaboratori, sempre gli stessi…. Una soluzione particolarmente adatta poi a situazioni particolari, quale per esempio quella di una donna in stato di gravidanza o di una neo-mamma, che possono così ritagliarsi su misura gli spazi e gli orari in cui lavorare.

pubblicato il 4 Febbraio 2020 da
in
commenti: 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..