Superbonus del 110 per cento: finalmente sapremo se è davvero una grande opportunità

30 aprile 2021: è questa la data, ormai vicinissima, per capire se il superbonus del 110 per cento per le ristrutturazioni immobiliari sarà destinato a restare, come accaduto fino a oggi, una “falsa opportunità” (oltre che, secondo molti addetti ai lavori, una farsa, molto simile a una “sparata elettorale” per raccogliere consensi e molto “diversa” da un progetto davvero realizzabile, come del resto confermano i numeri, praticamente inesistenti, di pratiche avviate e la mancanza di operatori del settore e della finanza pronti a fornire spiegazioni chiare ai cittadini sull’utilizzo dell’incentivo, probabilmente per la loro stessa incapacità a capire la “manovra”) o potrà davvero diventare la molla per rimettere in moto il settore dell’edilizia e, di conseguenza, far ripartire l’economia del Paese. Il 30 aprile è infatti la data entro la quale il Governo dovrà consegnare all’Europa il Recovery Plan definitivo e del quale il “capitolo casa” rappresenta una parte di notevole importanza, con i riflettori puntati proprio su quel superbonus del 110 per cento “venduto” agli italiani come la panacea di tutti i mali ma rivelatosi fino a oggi più o meno come un’iniezione d’acqua di rubinetto fatta come “vaccino” anti Covid-19. Come trasformarlo in una cura vera e propria per il settore immobiliare? Una validissima ricetta esiste e ha come principi attivi due “componenti” principali: la proroga fino al 2023 dell’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio (in modo da consentire a privati e imprese edili di poter davvero progettare e realizzare i cantieri, oltre che di affrontare i tempi morti della burocrazia” per ottenere i permessi) e la semplificazione del percorso da compiere per ottenere gli “aiuti”. Due strade indicate al Governo nel modo più chiaro possibile nelle relazioni della Camera e del Senato approvate il 1 aprile 2021, dove si sottolinea come fra i punti fermi ci siano proprio la proroga del superbonus del 110 per cento e la necessità di valutare “l’inserimento del bonus stesso in una strategia di riqualificazione degli edifici e di semplificazione, anche per accelerare i tempi di recupero del credito d’imposta e per estendere la platea dei beneficiari” rendendo concretamente utilizzabile uno strumento che “meglio si inserisce nelle missioni del Piano nazionale di resistenza e resilienza e, in particolare, in quella denominata Rivoluzione verde e transizione ecologica”. Nuove strategie affiancate da un potenziamento di una “piattaforma per la certificazione e la circolazione dei crediti d’imposta” legata alla “monetizzazione” del superbonus del 110 per cento con l’obiettivo di “trasformare i crediti d’imposta in moneta virtuale per consentire agli operatori di utilizzarli come mezzi di pagamento di beni e servizi immettendo capacità finanziaria nel sistema economico senza aumentare il debito pubblico”, messe nero su bianco nel documento di “risoluzione di maggioranza” approvato in Senato il 1° aprile 2021. Trasformare il superbonus da puro e semplice “populismo, confezionato per di più in modo incompetente”, come lo considerano molti operatori, in un sostegno reale per milioni di cittadini proprietari di immobili e intenzionati a migliorarne le condizioni e, soprattutto, le prestazioni in termini di sostenibilità ambientale, potrebbe dunque avvenire davvero? Forse sì. A condizione però di attuare in tempi rapidissimi un lavoro di riordino e semplificazione della normativa. E sperando che l’Europa “ci metta i soldi” che l’Italia non ha per farlo…

pubblicato il 6 Aprile 2021 da
in
commenti: 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
CASE DA ACQUISTARE
Sei un privato e vendi un immobile? Inserisci gratis il tuo annuncio qui
Clicca qui per proseguire la lettura
I MIGLIORI ARREDI
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..