Ristrutturare casa nel 2016 converrà ancora di più. Sconti anche sull’acquisto dei mobili

Migliorare la propria abitazione sarà ancora conveniente. Il Parlamento ha infatti approvato nella legge di Stabilità per il 2016 una serie di sconti fiscali sulla casa in grado di incentivare gli interventi di ristrutturazione, di miglioramento energetico, l’acquisto di mobili e la messa in sicurezza antisismica. Ecco, in sintesi, un prospetto delle agevolazioni. Per le ristrutturazioni sono previste detrazioni Irpef al 50 per cento con un tetto di 96mila euro per il 2016 e detrazione Irpef al 36 per cento con tetto a 48mila euro per il 2017. Possono essere utilizzate per tutti i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia per le singole unità immobiliari residenziali e per le parti comuni dei condomini. Gli sconti si applicano anche sui lavori su autorimesse o posti auto pertinenziali, per l’eliminazione di barriere architettoniche, bonifica dall’amianto, opere per evitare infortuni domestici, interventi per prevenire atti illeciti e cablatura edifici. Il provvedimento prevede anche bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. La detrazione Irpef è fissata al 50 per cento con un tetto a 10mila euro per tutto il 2016 e può essere applicata  sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie di classe A+ o superiore (A per i forni) e per l’arredo di immobili in ristrutturazione. Per i mobili è previsto anche uno sconto del 50 per cento con tetto a 16mila euro per le giovani coppie (costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio, da almeno tre anni, in cui uno dei due non abbia superato i 35 anni) che abbiano acquistato una prima casa (detrazione non cumulabile con la prima). La nuova normativa conferma la sua attenzione al risparmio energetico. Nella legge di Stabilità 2016, infatti, sono inserite detrazioni Irpef e Ires per interventi finalizzati alla riqualificazione energetica: per tutto il prossimo anno saranno al 65 per cento, mentre nel 2017 torneranno al 36 per cento. Si applicano agli interventi per la riduzione del fabbisogno energetico di edifici esistenti (con tetto a 100mila euro), agli interventi riguardanti pareti, finestre (infissi compresi) su edifici esistenti e all’installazione di pannelli solari (fino a 60mila euro). Si applicano, inoltre, anche alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (fino a 30mila euro). Il provvedimento prevede anche una detrazione Irpef al 50 per cento con tetto a 96 mila euro (36 per cento con tetto a 48mila euro nel 2017) per specifici interventi su edifici adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità.

pubblicato il 28 Dicembre 2015 da
in News, Tasse
commenti: 3

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Gina ha detto:

    Perché dovrei ristrutturare un bene che è diventato ormai uno dei bersagli preferiti da chi è al Governo per soffocarci di tasse? Perché dovrei investire denaro per un bene che un domani continuerà a costarmi in quanto tale? La tassa sulla casa è una patrimoniale, vogliamo capirla? E dovremmo cadere in questi trabocchetti? Il Piano casa di Berlusconi era una cosa ben diversa: con quello forse avrei deciso di ristrutturare…

  • Massimo ha detto:

    Sto per ristrutturare (manutenzione straordinaria) un immobile composto da due appartamenti accatastati con subalterni diversi. Alla fine dell’intervento avrò una villa monofamiliare, dove trasferirò la residenza e unificherò i due subalterni: al piano inferiore la zona giorno, al superiore la zona notte.
    L’importo dell’intervento ê importante per cui mi interessa avere la certezza: i plafond per il recupero del 50 per cento derivante dalla ristrutturazione sono 1 o 2? Grazie mille.

    • Dottor Andrea Boreatti ha detto:

      I plafond per il recupero derivante dalla ristrutturazione sono due in quanto contano le unità immobiliari di partenza dei lavori come chiarito anche dalla circolare 121/E del 1998.

  • CasaVuoiSapre - segui questo postSegui discussione
    Il consiglio dell’architetto
    Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
    … indicando come vorreste modificare gli ambienti
    Le vostre domande
    Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
    VITA CONDOMIIALE
    Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
    Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
    Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
    cliccate qui per proseguire la lettura
    Oggetti d’arredo
    Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
    Animali in casa
    Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
    Un fiore di casa
    A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
    Casa Vacanze
    Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
    La casa ideale per chi…
    CASA VUOI VEDERE
    L’acquirente
    visita
    casa vostra
    on line
    LAVORI IN CASA
    L’artigiano
    ti fa vedere
    quanto è bravo
    nel suo mestiere
    Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
    IL VOSTRO PROGETTO
    Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
    Per la vostra pubblicità

    www.casavuoisapere.it
    è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
    via Garibaldi 26 Bergamo
    tel 035.216.551


    Consulenza tecnica
    Daniele Gusmini
    ULTIMI COMMENTI
     
    Affitto troppo alto?...
    Affitto a riscatto: ...
     
     
     
    Catellani & Smith, l...
    Mauro Piccamiglio vi...
     
     
    Tasse, che stangata!...
     
     
     
     
     
     
     
     
    Umidità e muffa, un...
    Scale in legno e rin...
     
     
    Vendere casa ma abit...
    Condominio Casa clim...
    Case nuove e già ve...
     
    Attenti ai debiti di...
    Il costo di una casa...
    Le 10 regole per acq...
     
    I Molini macinano af...
    Almenno, le villette...
     
     
     
     
     
     
    Il prezzo è giusto?...
     
     
     
    Carlos De Carvalho...
    Edilnova, 100 anni d...
     
     
    Ridisegnamo casa vos...
    Guatterini, la quali...
     
     
    Val Brembana, le sec...
    Stranieri in riva al...
     
     
    Risparmio energetico...
     
     
     
    Negozi, i borghi li ...
    Ufficio in centro ad...
    Il crollo dei capann...
     
    Se il vicino è un n...
     
     
    Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..