La classe energetica delle case influenza il mercato? Sì, ma non quanto si possa credere

La classe energetica di un immobile sta davvero diventando un valore assoluto al punto da diventare determinante nella scelta di una nuova casa, di un ufficio o di un negozio da acquistare?  E a dominare la scena sul mercato sono davvero gli edifici in classe A e B, quelli “capaci di tagliare al massimo le bollette”, seguiti a notevole distanza da immobili ben meno “risparmiosi”? Per trovare una risposta (con qualche sorpresa) a queste domande basta leggere i risultati dell’analisi che l’Enea, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, la Fiaip, una delle federazioni che associano gli agenti immobiliari in Italia,  e l’I-Com, Istituto per la competività, hanno realizzato per rilevare le tendenze della domanda e dell’offerta di immobili scomposte nel dettaglio della classe energetica. Ebbene, il risultato che emerge è che l’efficienza energetica non rappresenta ancora una variabile significativa per la determinazione del prezzo di vendita, con i numeri che evidenziano una continuità fra i dati del 2013 e quelli del 2014.

Le case più vendute sono quelle in classe G, proposte a prezzi anche scontatissimi

In altre parole il mercato immobiliare è ancora dominato da immobili di classe energetica G, che, a seconda della tipologia di immobile, varia tra il 63 per cento (per i trilocali) e il 72 per cento (dei monolocali).  Locali capaci di attrarre gli investitori per una ragione molto semplice: il prezzo di vendita o, in molti casi (forse proprio perché destinati, in prospettiva, a perdere valore  e interesse a scapito di edifici energeticamente  molto più performanti)  di svendita. Che, a conti fatti, spesso  potrebbero consentire eventualmente  all’acquirente di “recuperare” il denaro necessario per adeguare l’edificio  sotto il profilo energetico, con interventi di ristrutturazione per i quali sono per di più previsti importanti sgravi fiscali.

Classi A+, A, B e C sommate rappresentano una fetta di mercato tra il 10 e il 14 per cento

Il risultato è che la somma delle compravendite 2014 di immobili appartenenti alle prime quattro classi energetiche (A+; A; B e C) occupa una fetta di mercato che sta tra il 10 e il 14 per cento, con un dato rilevante solo per la sua particolarità e non per la quantità: le transazioni degli immobili di pregio di classe A+ e A è passato dal 6 al 10 per cento.

Il nuovo di pregio però deve essere in classe A

Interessanti anche i dati sulle compravendite di immobili nuovi nel 2014: nel 49 per cento dei casi si sono realizzate per edifici di classe A+, A e B, contro il 40 per cento nel 2013.  Per quanto riguarda gli edifici da ristrutturare, invece,  quasi il 90 per cento delle compravendite nel 2014 ha riguardato immobili in classe G, un dato di poco inferiore rispetto al 2013. Il quadro finale racconta di un mercato ancora saturo dunque di immobili di qualità energetica scadente, e di una classe energetica oggi “importante”  soprattutto nel caso degli immobili di pregio. Una classe energetica destinata probabilmente ad aumentare di peso in futuro, ma che oggi ancora non rappresenta un valore così importante nelle compravendite. E la conferma di quanto detto arriva anche al peggioramento del dato sulla percezione dell’utilità dello strumento della certificazione energetica nella lettura comparata dei dati 2014 e 2013. Un peggioramento legato alle frequenti modifiche normative a livello nazionale e alla frammentazione della materia a livello regionale?

Testo realizzato da Baskerville srl per www.casavuoisapere.it

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..