Avete una domanda da fare sulla casa? Questi esperti vi danno ogni risposta

L’inquilino non mi paga il canone d’affitto da mesi: cosa faccio? Devo dare all’agenzia immobiliare il mandato in esclusiva? I muratori da che ora del mattino possono cominciare a far rumore?  Il bonus sugli elettrodomestici vale solo per chi ristruttura? Si può essere multati per aver venduto casa a un prezzo troppo basso? Sono solo alcune delle moltissime domande che i lettori di www.casavuoisapere.it hanno già rivolto agli esperti a loro disposizione  on line per consigli e chiarimenti: l’avvocato Giangiacomo Alborghetti, il notaio Guido De Rosa, il commercialista Andrea Boreatti. Se avete dei dubbi non esitate a scrivere. Cliccate qui per rivolgere la vostra domanda all’avvocato. Cliccate qui per rivolgere la vostra domanda al notaio. Cliccate qui per rivolgere la vostra domanda al commercialista. Per qualsiasi altra domanda (per esempio a un artigiano per dei lavori in casa) cliccate qui.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Carla ha detto:

    Vorrei sapere se un agente immobiliare può essere denunciato per violazione della legge sulla privacy quando chiede il nominativo del proprietario di un alloggio ai vicini di casa o se la persona da denunciare è il vicino che fornisce il nominativo. Grazie.

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti Apiconf Lombardia Est ha detto:

      Buongiorno signora, non ritengo che esistano gli estremi per una denuncia penale nella fattispecie da Lei rappresentata. Tenga conto che i nominativi dei soggetti titolari di diritti reali su beni immobili sono iscritti presso registri pubblici a cui è consentito l’accesso.

  • Manuela ha detto:

    Vorrei sapere se le spese per intermediazione immobiliare fino a un massimo di 1000 euro possono essere detratte in caso di affitto con riscatto per la dimora abituale dove ho spostato la residenza, vivo abitualmente e fra 3 anni acquisterò con atto di compravendita.

  • Enrico (Padova) ha detto:

    Ho dato in affitto un appartamento a Padova a una società per uso abitativo di un suo dipendente. Posso scegliere la cedolare secca? Se si, posso farlo da questo stesso anno per l’affitto percepito nel 2018? Grazie della risposta. Cordiali saluti

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti Apiconf Lombardia Est ha detto:

      Ritengo che lei non possa usufruire del regime della cedolare secca.

  • Giovanna Carla Balestra ha detto:

    La casa che mi verrà affidata confina con passante ferroviario Bassano Trento a 20 m dal confine, vorrei sapere quanto si deprezza una proprietà avente passante ferroviario molto molto vicino al confine. Alcune settimane fa ho sentito il presidente Trump, affermare che una casa perde il 75% del valore, quando passa ferrovia o grande aereoporto. La casa trema quando passa il treno, ci si abitua a tutto, ma credo che se dovessi vendere il treno mi abbasserebbe molto il prezzo. Ma di quanto?

    • Gianfederico Belotti (direttore Valore Casa& Terreni) ha detto:

      Gentile signora Giovanna Carla Balestra, non c’è bisogno di scomodare il presidente degli Stati Uniti per comprendere come una casa a 20 metri dal sedime ferroviario, i cui muri tremano al passaggio del treno, abbia un tal deficit da rendere la sua commercializzazione pressoché impossibile.È pur vero che ogni immobile comunque fa storia a sé e andrebbe visionato per comprendere eventuali diversi utilizzi. Cordialità

  • Massimo Finato ha detto:

    Ho messo in vendita un immobile di mia proprietà con un’inserzione su internet. Mi ha contattato un agente immobiliare proponendo il suo servizio, gli ho risposto che ero in attesa di una risposta da mia sorella e se avesse rinunciato all’acquisto mi sarei rivolto a lui. Così ho fatto firmando un contratto nel quale affidavo a lui la vendita. Nell’arco di circa un mese lui ha pubblicizzato l’immobile e organizzato un paio di visite con potenziali clienti senza comunque che nessuno di loro presentasse formale offerta. Nel frattempo mia sorella ha deciso di acquistare l’immobile e abbiamo fissato in sabato prossimo l’incontro privato per il preliminare e il versamento dell’acconto. Ho informato l’agente dicendogli che ero disposto a riconoscergli una somma in denaro a fronte del lavoro svolto. Lui mi ha chiesto il 2% che avevamo concordato in caso di vendita da parte sua (su 160000 euro si tratta di 3200 euro) con uno sconto di 700 euro quindi me ne chiede 2500. Alla luce del fatto che mia sorella non è un cliente da lui procurato ed esisteva prima della firma del contratto, e che non ha concretamente alcun acquirente interessato non è troppo alta la cifra richiesta? Quale potrebbe essere un compenso adeguato al mese di promozione che l’agente ha fatto dell’immobile e del tempo investito per le due/tre visite fatte? Grazie. Cordiali saluti. Massimo Finato 3404906408

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti Apiconf Lombardia Est ha detto:

      Buongiorno Massimo, nel caso da lei rappresentato ritengo che la questione da definire sia non già quanto sia corretto riconoscere al mediatore ma se è corretto riconoscere o meno qualcosa al mediatore.Senza entrare troppo in dettagli tecnici è fondamentale capire quale è l’accordo intercorso tra Lei e l’agente immobiliare: se l’accordo prevede che il mediatore avrebbe percepito un corrispettivo anche nel caso in cui lei avesse venduto l’immobile a sua sorella Lei è tenuto a pagarlo nella misura convenuta, viceversa se Lei non si è impegnato in tal senso non è tenuto a versarlo.
      Tenga presente che, in caso di contestazioni, l’oggetto del vostro accordo sarà documentato dal contratto che Lei ha sottoscritto e, quindi, in quel documento troverà la risposta alla sua domanda.

  • Romina ha detto:

    Ho un dubbio. Vorrei acquistare una casa che ho visto.La banca mi ha detto che mi eroga il 100%, io però avrei bisogno di coprire con il mutuo le spese notarili e di Agenzia e possibilmente arredo. Come potrei procedere? Grazie anticipatamente

    • Fabio Gatti Widiba ha detto:

      È una domanda alla quale non si può dare ufficialmente e formalmente una risposta positiva. Si può tentare o trovare qualche soluzione parziale attraverso un colloquio individuale con un collaboratore del mediatore creditizio o con il personale di qualche banca che propone mutui al 100 per cento. L’arredo sicuramente è da finanziare con un prodotto diverso dal mutuo.

  • Iri ha detto:

    Sto per firmare un contratto di locazione a uso commerciale e la settimana dopo firmerò per ricevere in donazione una casa di famiglia dove vorrei trasferire la mia residenza e che diventerà mia dimora abituale.Il venditore dell’agenzia mi ha detto che nella voce del contratto: “17) A tutti gli effetti del presente contratto, interpretazione, esecuzione, risoluzione, comprese la notifica degli atti esecutivi e ai fini della competenza a giudicare, il conduttore elegge domicilio nei locali a lui fittati e, ove più non li occupi o comunque detenga, presso l’Ufficio di Segreteria del Comune di **” Si intende che il mio domicilio sarà fittizio e volendo posso intestare le utenze ad altra persona? È così? Ci sono problemi con il primo contratto dato che lo firmo per primo? Con la seconda fila dichiaro che è quella la mia dimora abituale e in automatico l’altra diventa la seconda? Oppure essendo a uso commerciale non è comunque una seconda casa?

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti Apiconf Lombardia Est ha detto:

      La clausola da Lei evidenziata costituisce la cosiddetta elezione di domicilio del conduttore. In buona sostanza Lei legittima il locatore a notificarLe tutti gli atti relativi al contratto presso l’immobile locato sino a quando occupa e detiene l’immobile e, successivamente, presso la casa comunale. Ciò anche in deroga alle norme generali in tema di notifica presso la residenza del conduttore. Tenga presente che ciò non influirà sulla sua residenza “ufficiale” così come la definisce, né con la possibilità di intestare o meno le utenze. Ciò che invece deve tenere bene a mente è che le comunicazioni che il locatore dovesse inviarLe in ossequio a tale clausola sono valide, se perfezionatesi, indipendentemente dal fatto che Lei abbia ricevuto e conosciuto effettivamente tali comunicazioni.

  • Alessio ha detto:

    Dall’atto notarile dell’acquisto di due unità immobiliari da accorpare sovrapposte come prima casa entro quanto tempo devo presentare la domanda in Comune?

  • Leonardo Giannese ha detto:

    Mio figlio convive con una compagna dalla quale ha avuto un figlio, che ora ha 10 anni. Anni prima che nascesse il bambino, mio figlio mi ha donato una casa, che ora ho deciso di vendere ma il notaio al quale gli acquirenti si sono rivolti dice che ci sono difficoltà a vendere per la casa è frutto di una donazione: desidero sapere, cosa posso fare per ovviare eventuali impedimenti e riuscire così a rogitare. Grazie

  • Sandra Manzo ha detto:

    Due anni e mezzo fa ho preso in affitto un appartamento a Roma. Sono stata e sono tuttora sempre precisa nel pagamento del canone di affitto.
    Un anno fa ho perso il lavoro e ho chiesto al proprietario di casa di poter abbassare il canone da 900 euro al mese, a 800 euro al mese. Non ha mai accettato la cosa, ho fatto più volte questa richiesta. Vivo di Naspi e del mantenimento del mio ex marito a casa siamo 3 io e i miei due figli di 21 e 18 anni, inoltre io ho una patologia che mi da un 67 ‘/. Di invalidità. Sono 5 mesi che non potendo fare diversamente verso il canone di affitto entro il 10 del mese ma invece di 900 verso 800 euro. Il proprietario mi ha già mandato due raccomandate… io non ho possibilità di fare diversamente. La domanda è: può darmi lo sfratto? Se così fosse dopo quanto ci troviamo in mezzo ad una strada? Nella speranza di ricevere una sollecita risposta ringrazio infinitamente.

    • Avvocato Giangiacomo Alborghetti Apiconf Lombardia Est ha detto:

      Purtroppo la legge prevede che se la morosità del conduttore supera le due mensilità il locatore possa richiedere la convalida dello sfratto per morosità. Fino ad allora la procedura di sfratto non è ammessa. In ogni caso tenga conto che dall’inizio della procedura può passare un periodo di tempo piuttosto lungo che, in alcuni casi, tra cui immagino anche il Suo, può arrivare a superare l’anno. Il consiglio che le posso dare è quello di continuare a ricercare una soluzione con il proprietario dell’immobile e, in ogni caso di seguire attivamente tutta la procedura in modo da poter far valere anche le sue ragioni.

  • Carlo ha detto:

    Vorei sapere se e’ possibile vendere la mia parte di abitazione pur rimanendo in casa.

  • Maurizio Lettini ha detto:

    Vorrei entrare in contatto con imprese edili che effettuano la permuta immobiliare nella zona di Perugia.

  • Alfredo Cirrincione ha detto:

    Nel nostro condominio finalmente si è potuto eseguire il lavoro di rifacimento di una facciata. A lavoro ultimato l’amministratore ha mandato il saldo consuntivo con un notevole aumento dei costi, dovuti anche alla variazione del capitolato. A seguito delle rimostranze di noi condomini, l’amministratore ha mostrato l’ultima offerta, che la ditta appaltatrice aveva consegnato l’anno precedente, di cui l’assemblea non era stata informata e che quindi non era mai stata approvata. Possono i condomini non pagare il maggior costo non approvato? Si può chiedere all’amministratore il risarcimento del danno economico avvalendoci della Polizza Fabbricato la cui clausola “Responsabilità Civile dell’Amministratore”, contempla il risarcimento danni dovuto allo smarrimento dei documenti, considerando che l’ultima offerta sarà stata dimenticata in qualche cassetto? In questa situazione come è meglio agire? Ringraziandola porgo cordiali saluti

    • Dottor Vincenzo Vecchio Apiconf Lombardia Est ha detto:

      Trattandosi di rifacimento della facciata e non di semplice riparazione si configura una spesa di carattere straordinario e non ordinario.
      Sarebbe utile sapere quale sia stato il costo sostenuto o preventivato e l’ammontare medio delle quote per singolo appartamento questo al fine di una migliore qualificazione della spesa come straordinaria. Se come sembra è una manutenzione straordinaria bisogna far riferimento a due disposizioni: l’articolo 1135 del Codice civile prevede (n. 4 del comma 1) che alle opere straordinarie provvede l’assemblea costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all’ammontare dei lavori; quindi l’amministratore non può, a pena di nullità della delibera, appaltare opere se non c’è una preventiva deliberazione di costituzione del fondo come su indicato. Se fa spese superiori deve avere una ratifica dell’assemblea, diversamente risponde personalmente e la ditta non può agire contro il condominio o i condomini.
      Al successivo comma 2 dell’articolo 1135 del Codice civile si stabilisce che l’amministratore non può ordinare lavori di manutenzione straordinaria, salvo che rivestano carattere urgente, ma in questo caso deve riferirne nella prima assemblea, il rifacimento della facciata non rientra in questo potere autonomo dell’amministratore.Per rivalersi sulla assicurazione polizza globale fabbricato bisogna verificare se copre effettivamente la responsabilità civile dell’amministratore, su tale punto occorre però, per dare risposta, avere il testo della polizza. Cordiali saluti.

  • Manuela ha detto:

    Mi rendo conto che la domanda, apparentemente banale, è in realtà difficilissima ma qualcuno potrebbe provare a darmi una risposta supportata da dati e analisi, non campata per aria: oggi conviene comprare casa o quei soldi (pochi) conviene tenerli in bannca o investirli diversamente? Grazie.

  • CasaVuoiSapre - segui questo postSegui discussione
    Il consiglio dell’architetto
    Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
    … indicando come vorreste modificare gli ambienti
    Le vostre domande
    Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
    VITA CONDOMIIALE
    Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
    Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
    Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
    cliccate qui per proseguire la lettura
    Oggetti d’arredo
    Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
    Animali in casa
    Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
    Un fiore di casa
    A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
    Casa Vacanze
    Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
    La casa ideale per chi…
    CASA VUOI VEDERE
    L’acquirente
    visita
    casa vostra
    on line
    LAVORI IN CASA
    L’artigiano
    ti fa vedere
    quanto è bravo
    nel suo mestiere
    Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
    IL VOSTRO PROGETTO
    Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
    Per la vostra pubblicità

    www.casavuoisapere.it
    è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
    via Garibaldi 26 Bergamo
    tel 035.216.551


    Consulenza tecnica
    Daniele Gusmini
    ULTIMI COMMENTI
     
    Affitto troppo alto?...
    Affitto a riscatto: ...
     
     
     
    Catellani & Smith, l...
    Mauro Piccamiglio vi...
     
     
    Tasse, che stangata!...
     
     
     
     
     
     
     
     
    Umidità e muffa, un...
    Scale in legno e rin...
     
     
    Vendere casa ma abit...
    Condominio Casa clim...
    Case nuove e già ve...
     
    Attenti ai debiti di...
    Il costo di una casa...
    Le 10 regole per acq...
     
    I Molini macinano af...
    Almenno, le villette...
     
     
     
     
     
     
    Il prezzo è giusto?...
     
     
     
    Carlos De Carvalho...
    Edilnova, 100 anni d...
     
     
    Ridisegnamo casa vos...
    Guatterini, la quali...
     
     
    Val Brembana, le sec...
    Stranieri in riva al...
     
     
    Risparmio energetico...
     
     
     
    Negozi, i borghi li ...
    Ufficio in centro ad...
    Il crollo dei capann...
     
    Se il vicino è un n...
     
     
    Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..