Appc: “I Comuni aprano uno sportello per informare i cittadini sul superbonus”

Un appello ai sindaci perché informino adeguatamente  i cittadini in materia del Super bonus del 110 per cento (sisma bonus, eco bonus) evitando che molti di loro,”che  non sono informati o sono informati male”  rischino di essere oggetto di truffe. A lanciarlo, rivolgendosi direttamente ai “primi cittadini” è Vincenzo Vecchio, docente di discipline giuridiche ed economiche e  presidente di Gestimm Goup srl (società con un’esperienza di  oltre 30 anni che mette a disposizione del proprietari immobiliari un pool di professionisti esperti in problemi contabili, fiscali e giuridici specifici del settore immobiliare) oltre che alla guida a Brescia e Bergamo di Appc (Associazione piccoli proprietari case, una delle associazioni della proprietà immobiliare tra le più rappresentative a livello nazionale) con un documento (indirizzato in particolar modo ai sindaci di Bergamo e Brescia con l’augurio che diano l’esempio e anche altri colleghi possano seguirlo)  dal titolo che non può certo passare inosservato: “La lotteria di capodanno di massa del super bonus del 110 per cento”.  Ecco il testo. ” Il completamento ormai delle disposizioni relative al super bonus del 110 per cento (sisma bonus, eco bonus) pone dei grossi problemi operativi sia per le unità immobiliari condominiali che per quelle non condominiali. Molti cittadini non sono informati o sono informati male e rischiano di essere oggetto di truffe. Il messaggio populista lanciato sugli organi di comunicazione è stato: “Soldi per tutti, la tua casa la puoi ristrutturare senza spendere un euro, ci pensa il governo. Cosa aspetti a prendere questo denaro contante?” Ci son voluti quasi 5 mesi per avere un quadro normativo accettabile con lavori che, teoricamente, avrebbero dovuto iniziare il primo luglio, mesi persi in una situazione economica ormai in recessione. Le procedure richieste estremante farraginose e complesse sono una specie di gioco dell’oca di massa che fa passare dalla euforia collettiva (soldi per tutti) alla depressione frustrante per gli esclusi (soldi solo per pochi e per i più ricchi e furbi). Le differenze territoriali, oltre che tra ricchi, che ne potranno godere, e classi meno abbienti che ne sopporteranno i costi nei prossimi decenni (aumento del debito pubblico), saranno una discriminate che determinerà una traslazione di ricchezza dalle regioni meridionali (dove l’abusivismo edilizio di massa è una caratteristica) al nord, ma per pochi, dove il fenomeno è meno presente. Un’altra discriminante è legata alla età anagrafica, gli anziani saranno meno interessati alle ristrutturazioni. A chi ha a cuore l’interesse del ceto medio e che crede che i cittadini siano tutti uguali, almeno nelle opportunità, compete il compito di tentare di sopperire, nei limiti del possibile, ai danni che con proposte superficiali e mal formulate si stanno causando. L’unico strumento di cui si dispone per ridurre i danni sono le conoscenze e i canali, modesti, di comunicazione a cui si ha accesso. E’ necessario però che si muovano le istituzioni locali e in particolare i Comuni e che mettano a disposizione dei cittadini appositi sportelli di semplice informazione e acquisiscano in un archivio fruibile da tutti le proposte dei soggetti che intendono acquisire i crediti fiscali. Parliamo teoricamente, se il termine viene spostato al 2024, di una massa di risorse enormi, oltre 30 miliardi che se spesi male avranno effetti devastanti sulle prossime generazioni, in termini non solo di danni economici, ma ambientali e del livello di fiducia nelle istituzioni. La variante territoriale se non si opera correttamente si aggiungerà a quella classista e anagrafica, dove la classe esclusa è talmente estesa da privare il sistema democratico di un supporto consensuale essenziale. Appc è disponibili a fornire supporto ai sindaci che ne faranno richiesta e aprirà già dal prossimo mese i primi sportelli di informazione gratuita aperti a tutti. I sindaci sappiano che a certe condizioni anche gli immobili comunali (gestiti da Aler ecc.) possono godere del super bonus, è una opportunità che va comunque perseguita, non farlo è gravissimo”.

 

pubblicato il 24 Dicembre 2020 da
in
commenti: 0

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il consiglio dell’architetto
Vorreste “ridisegnare” la casa? mandateci una mappa….
… indicando come vorreste modificare gli ambienti
Le vostre domande
Qui potete dialogare con i migliori esperti: dall’avvocato al commercialista, dal notaio all’architetto….
VITA CONDOMIIALE
Barbecue sul terrazzo o in giardino, cosa fare per evitare di avere “guai” con i vicini…
Tempo d’estate, tempo di serate all’aperto, sul terrazzo o in giardino, con un piatto di carne cucinata su un barbecue.
Il rischio, tuttavia, è quello di accendere, insieme al fuoco, anche l’ira dei vicini ....
cliccate qui per proseguire la lettura
Oggetti d’arredo
Cliccate qui per visualizzare gli oggetti d’arredo selezionati per voi da CasaVuoiSapere
Animali in casa
Cliccate nell’area “le vostre domande” per lasciare un quesito al dottor Ezio Caccianiga oppure inviate una e mail all’indirizzo di posta info@casavuoisapere.it Per contattare direttamente dottor Caccianiga, tel 335 230358 Leggi tutte le domande
Un fiore di casa
A cura di Emiliano Amadei, campione italiano fioristi. e mail: info@fioreriaamadei.it Tel. 035 530112 Leggi le domande e le risposte
Casa Vacanze
Saint-Maximin-la-Sainte-Baum La villa che tinge d’azzurro il verde della Provenza Leggi le proposte selezionate
La casa ideale per chi…
CASA VUOI VEDERE
L’acquirente
visita
casa vostra
on line
LAVORI IN CASA
L’artigiano
ti fa vedere
quanto è bravo
nel suo mestiere
Fabbri, falegnami e vetrai, imbianchini, idraulici, elettricisti, parquettisti e piastrellisti, installatori e manutentori d’impianti di riscaldamento o raffrescamento, impianti antifurto o domotici, antennisti, professionisti nel trattamento di cotto, parquet e marmo, nelle disinfestazioni, del giardinaggi… Cercate qui i migliori artigiani edili.
IL VOSTRO PROGETTO
Inviate info@casavuoisapere.it una mappa catastale (o una mappa sufficientemente chiara) di un appartamento che vorreste ristrutturate. Potreste avere un progetto gratis. A cura dell’architetto Roberto Canavesi
Per la vostra pubblicità

www.casavuoisapere.it
è un progetto editoriale Baskerville srl comunicazione & Immagine
via Garibaldi 26 Bergamo
tel 035.216.551


Consulenza tecnica
Daniele Gusmini
ULTIMI COMMENTI
 
Affitto troppo alto?...
Affitto a riscatto: ...
 
 
 
Catellani & Smith, l...
Mauro Piccamiglio vi...
 
 
Tasse, che stangata!...
 
 
 
 
 
 
 
 
Umidità e muffa, un...
Scale in legno e rin...
 
 
Vendere casa ma abit...
Condominio Casa clim...
Case nuove e già ve...
 
Attenti ai debiti di...
Il costo di una casa...
Le 10 regole per acq...
 
I Molini macinano af...
Almenno, le villette...
 
 
 
 
 
 
Il prezzo è giusto?...
 
 
 
Carlos De Carvalho...
Edilnova, 100 anni d...
 
 
Ridisegnamo casa vos...
Guatterini, la quali...
 
 
Val Brembana, le sec...
Stranieri in riva al...
 
 
Risparmio energetico...
 
 
 
Negozi, i borghi li ...
Ufficio in centro ad...
Il crollo dei capann...
 
Se il vicino è un n...
 
 
Ci sono oggetti d'arredo di cui vorremmo sbarazzarci e che magari altri stanno proprio cercando…. Per mettere on line l'usato (ma anche il nuovo) che volete vendere o acquistare basta inviare una e mail a casaviuoisapere@casavuoisapere.it o a baskerville@baskervillesrl.it con un breve testo descrittico, un contatto e mail / telefonico e un'idea del la cifra che vorreste ottenere / pagare…..